L'origine dei maglioni di Natale

Com’è nato il maglione di Natale e l’incredibile successo dei nostri giorni

La storia del maglione di Natale ha numerose varianti, perciò definirne con esattezza le origini ci sembra azzardato. Gli indizi più attendibili collocano la nascita del maglione di Natale nei paesi scandinavi e possiamo immaginare il perché. Le fantasie tipiche di quel territorio sono presto approdate ovunque, ma è nel Regno Britannico che hanno spopolato. Divenute popolari con la tv, grazie in particolare a Bill Cosby alias Cliff Robinson, e Colin Firth ne “Il diario di Bridget Jones”, non dimentichiamo però l’apprezzamento da parte di grandi star del passato, come Ingrid Bergman e Gary Cooper, vere icone di eleganza. Tendenza longeva quindi, che negli anni ‘80 e ’90 è esplosa come mania e perdura nei nostri giorni raggiungendo veramente tutte le famiglie.

Il boom è segnato da grandi marche e vip

Il successo della moda dei maglioni di Natale culmina con i brand del lusso che si piegano alle leggi del mercato e propongono le loro varianti: annoveriamo il classico rosso con scritta bianca di Alberta Ferretti e l’orsetto di Ralph Lauren. Nel mondo dei social poi è uno sfoggio continuo nella stagione invernale: se non posti almeno una foto con il maglione di Natale sei out. Vip e influencer sorridono vicino al proprio albero di Natale per esibire il capo di abbigliamento più acquistato e desiderato del periodo.

Oltre i codici dell’abbigliamento

Il maglione di Natale, acquisendo una propria credibilità nonostante la bizzarria delle fantasie, anzi prendendo vita proprio grazie a quella stravaganza scardinata dai più, si spoglia ormai del suo culmine di stranezze e si impone come capo elegante e sobrio. Un cult sdoganato nella sua essenza natalizia e prestato a eventi mondani, passerelle, giornate in montagna, cene con amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I cookie su questo sito sono utilizzati da wintermood.it e i suoi partner per diversi scopi, inclusi contenuti personalizzati, pubblicità mirata sui tuoi interessi e misurazione delle performance del sito. Per gestire o disabilitare questi cookie clicca su “Impostazioni cookie“.